La Porsche 718 Cayman GT4 ePerformance svela il potenziale della Mission R

Porsche ha iniziato a collaudare i componenti tecnologici della Mission R con la 718 Cayman GT4 ePerformance. La visione di un’auto da corsa GT interamente elettrica per le corse clienti del futuro era stata presentata All’IAA MOBILITY 2021 di Monaco di Baviera con la concept car Mission R, il cui innovativo concept di trazione elettrica sta nel frattempo dimostrando le proprie potenzialità sui circuiti nazionali e internazionali.

La Porsche 718 Cayman GT4 ePerformance ne è la vettura di prova. Quest’auto da corsa a trazione integrale utilizza il telaio del noto modello 718 GT4 Clubsport, come già la Mission R per l’IAA, dalla quale deriva anche l’intera tecnologia del motore elettrico e della batteria. Questo si traduce in potenze massime di 735 kW (1.000 CV) o superiori in modalità qualifica. Nell’utilizzo in gara simulato sono costantemente disponibili 450 kW (612 CV) per 30 minuti – esattamente la durata di una gara di Carrera Cup. In termini di prestazioni sul giro e di velocità massima, la 718 Cayman GT4 ePerformance si basa sull’attuale 911 GT3 Cup della generazione 992.

«Con la Mission R abbiamo mostrato che Porsche è in grado di immaginare le corse clienti sostenibili del futuro. La 718 Cayman GT4 ePerformance attesta ora che questa visione funziona ed emoziona in pista», rimarca Matthias Scholz, responsabile generale del progetto auto da corsa GT. «Siamo assai entusiasti della risposta, perché un campionato monomarca con auto da corsa elettriche potrebbe essere un’importante aggiunta al nostro attuale programma per le corse clienti».

Matthias Scholz, Director GT Racecars, 2022, Porsche AG
Matthias Scholz, GT racing vehicle project manager

Nel 2030 Porsche intende ottenere un bilancio di CO2 neutrale per quanto riguarda l’intera catena del valore e il ciclo di vita delle nuove vetture vendute. In quello stesso anno si prevede che la quota di tutte le nuove vetture a trazione interamente elettrica dovrà superare l’80 per cento.

Come nella Mission R, il propulsore interamente elettrico della 718 Cayman GT4 ePerformance si basa su un motore sincrono a eccitazione permanente (PSM) su ciascuno degli assi anteriore e posteriore. Insieme, i due motori trasformano l’auto da corsa in una vettura a trazione integrale e possono erogare un picco di 800 kW (1.088 CV). Il raffreddamento diretto dell’olio sviluppato da Porsche per i motori elettrici e il pacchetto batteria contrasta il derating dovuto alla temperatura. «L’integrazione del raffreddamento dell’olio ha avuto un impatto significativo sul concept della vettura», spiega Björn Förster, responsabile del progetto GT4 ePerformance. «L’intero team di sviluppo, composto da ingegneri aerodinamici e termodinamici, esperti di alta tensione e specialisti della carrozzeria, ha realizzato un’architettura dove, per la prima volta, è possibile sfruttare tutto il potenziale delle celle per batteria, poiché non si verifica alcun derating termico. In questo modo, la potenza è disponibile in modalità corsa senza limitazioni per il periodo desiderato di mezz’ora». Grazie alla tecnologia a 900 volt, il livello di accumulo della batteria a piena potenza di carica passa dal 5 all’80 per cento dello stato di carica (SoC – State of Charge) in circa 15 minuti.

Le forme della 718 Cayman GT4 ePerformance sono state disegnate da un team di Porsche Style coordinato dal designer Grant Larson. L’auto da corsa è più larga di 14 centimetri rispetto a una 718 Cayman GT4 Clubsport. Per questo modello sono stati riprogettati circa 6.000 componenti. Tra l’altro, la carrozzeria è realizzata con materiali compositi in fibra naturale, la cui produzione genererà meno emissioni rispetto alla produzione di materiali sintetici analoghi e, in via sperimentale, vengono impiegate anche fibre di carbonio riciclate. I parafanghi, più ampi di quelli della 718 Cayman GT4 Clubsport, creano spazio per pneumatici da corsa Michelin da 18 pollici ancora più larghi, caratterizzati da una quota particolarmente elevata di materiali rinnovabili.

Il tour GT4 ePerformance #race2zero

La Porsche 718 Cayman GT4 ePerformance festeggerà la sua anteprima mondiale al Goodwood Festival of Speed, che si terrà dal 23 al 26 giugno 2022. In occasione della rinomata manifestazione motoristica nel sud dell’Inghilterra, la concept car elettrica gareggerà su un tracciato alpino di 1,9 chilometri. Una seconda tappa è prevista per il 20 agosto 2022 allo stabilimento Porsche di Lipsia, che quest’anno celebrerà il proprio ventesimo anniversario. Il sito dispone di una pista di 3,7 chilometri ispirata a sezioni famose di circuiti da corsa di tutto il mondo. Le due 718 Cayman GT4 ePerformance viaggeranno poi in numerosi Paesi europei prima di arrivare in Nord America all’inizio del 2023. Il tour mondiale si concluderà nella regione Asia Pacifico, dove l’auto da corsa interamente elettrica sarà in viaggio fino alla metà del 2024. In linea con la strategia di sostenibilità dell’intero progetto «race2zero», il trasporto, ottimizzato dal punto di vista logistico, avverrà esclusivamente via nave, ferrovia e camion di grandi dimensioni.

Oliver Schwab, Project Manager Sales Porsche 718 Cayman GT4 ePerformance, 2022, Porsche AG
Oliver Schwab, Project Manager Sales of the 718 Cayman GT4 ePerformance

«La 718 Cayman GT4 ePerformance apre la strada alle corse clienti Porsche con auto da corsa a trazione elettrica. Come primo passo, presenteremo questo concept ai nostri partner in tutto il mondo», afferma Oliver Schwab, responsabile vendite per il progetto 718 Cayman GT4 ePerformance. «Insieme a piloti, team, organizzatori di eventi, autorità e altre parti interessate, raccoglieremo al contempo anche idee per futuri formati di gara Porsche».

GT4 ePerformance – i partner

La 718 Cayman GT4 ePerfomance compirà il suo tour mondiale con il supporto di sette partner. Tutte le aziende coinvolte intendono questo tour come una piattaforma per promuovere il tema della sostenibilità insieme a Porsche Motorsport. DB Schenker si è appena unita al progetto come partner. L’azienda leader nella fornitura di servizi logistici globali contribuirà, tra l’altro, con servizi di trasporto sostenibili. ExxonMobil, partner Porsche già da anni, è coinvolta attraverso il proprio marchio Mobil tramite progetti di sviluppo congiunti nel settore dei refrigeranti e dei lubrificanti per auto da corsa. TAG Heuer, il produttore svizzero di orologi di lusso, affianca questo e altri progetti di Porsche Motorsport come partner per il cronometraggio. In qualità di partner tecnologico di lunga data di Porsche Motorsport, Michelin svilupperà pneumatici da corsa particolarmente sostenibili per la 718 Cayman GT4 ePerformance. L’azienda di moda Hugo Boss rifornirà il team. All’abbigliamento ignifugo per piloti e meccanici contribuirà il marchio di lifestyle sportivo Puma, mentre l’attrezzatura della squadra corse proverrà dal fornitore ufficiale Hazet.

Weitere Artikel